top of page
  • giacom50

Collagene e alimentazione: dove trovarlo e a cosa serve.

E' la proteina più consistente dell'organismo, conosciuta anche come gelatina. Con l'età la sintesi del collagene si riduce e tutto il corpo ne risente. Come provvedere? Le esperte rispondono.

Quando si parla di collagene, il pensiero corre all’immagine di una pelle giovane e tonica Lo troviamo nella formulazione di moltissime creme anti-età, come integratore alimentare in capsule, bustine o direttamente all’interno dell’acqua. Come agisce il collagene nel nostro organismo? Possiamo potenziarne l’efficacia attraverso l’alimentazione, l’integrazione e l’utilizzo di creme ricche di questo ingrediente?


Conoscenza e uso. Il collagene rappresenta il componente principale del tessuto connettivo. E’ la proteina più abbondante del nostro organismo – spiega Flavia Bernini, biologa nutrizionista. La sua azione è strutturale, di sostegno. Lo troviamo nei tendini, nelle cartilagini, nei dischi intervertebrali, nelle ossa, nei denti, nel derma, dove la sua particolare disposizione, conferisce tono alla pelle”.


In quali cibi si trova. Il collagene é una proteina animale: la assumiamo ogni volta che mangiamo carne o pesce. Molti piatti della tradizione come il brasato, l’ossobuco o lo spezzatino sono una miniera di collagene, ma l’alimento principe per farne incetta è la gelatina alimentare. Si prepara a partire dai fogli di “colla di pesce” che oggi si ricavano perlopiù dalla cotenna del maiale.



Vegetariani o vegani carenti di collagene? Come tutte le proteine è formato da aminoacidi. Per semplificare, possiamo pensare agli aminoacidi come alle lettere dell’alfabeto: occorrono 21 lettere per formare infinite parole, così come occorrono 20 aminoacidi per formare infinite proteine. Il nostro organismo è in grado di produrre collagene a partire dagli aminoacidi di qualsiasi fonte proteica come legumi, cereali o frutta secca. Non occorre mangiare collagene per produrlo.

Chi può esserne deficitario? “Un’alimentazione povera di proteine potrebbe causare un deficit di produzione del collagene. Lo stesso può accadere in caso di carenza di vitamina C: la sua presenza è indispensabile nella sua bio-sintesi. Negli anni si assiste a una fisiologica diminuzione nella produzione di collagene, fenomeno che si manifesta con la comparsa di rughe e una pelle più lassa e meno tonica. Alcuni comportamenti legati allo stile di vita, come il fumo, un’eccessiva esposizione al sole o l’abuso di alcol, possono accelerare questo processo”.


Il collagene nelle creme è efficace quanto quello alimentare? “Nonostante lo si percepisca come un principio attivo in grado di penetrare in profondità, andando a sostituire o riparare quello presente nella pelle, il collagene contenuto nelle creme, ha un’azione solo superficiale, idratante, temporanea, come per tutti i cosmetici - spiega Beatrice Mautino, biotecnologa e divulgatrice scientifica. Non penetra negli strati più profondi della pelle, ma la sua azione è apprezzabile: l’effetto umettante svolto dal collagene permette di trattenere l’acqua che fisiologicamente evapora attraverso l’epidermide, la assorbe come fosse una spugna, conferisce alla pelle un aspetto idratato e tonico, anche se temporaneo”.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page